Rete dei Centri adattamento domestico e contributi legge 29/97. On line i report della regione relativi al 2013

[1/10/14]  La Regione E.Romagna, Servizio Integrazione socio-sanitaria e politiche per la non autosufficienza, ha pubblicato i report 2013 relativi alla Rete dei Centri per l'adattamento domestico (i CAAD provinciali e i due centri regionali CRIBA e CRA) e all'utilizzo dei fondi erogati dalla legge 29/97 per l'autonomia incasa e la mobilità delle persone disabili (arredi, attrezzature, tecnologie, auto e adattamenti).

In sintesi:
- la rete dei centri adattamento ha svolto oltre 6400 interventi, di cui 3800 tramite consulenze mail o telefoniche, circa 900 sopralluoghi presso le abitazioni e 1600 consulenze in sede. Sono stati coinvolti 2400 cittadini disabili o anziani, con prevalenza di questi ultimi (55%). Fornite consulenza anche a oltre 1700 tra operatori (sociali, sanitari, tecnici edilizia e impiantistica) e famigliari.
- legge 29/97: oltre 660mila euro di contributi erogati complessivamente a 525 cittadini con prevalenza di contributi per l'autonomia domestica (arredi, tecnologie, attrezzature) su quelli per adattamento e/o acquisto dell'auto.
Per le auto i contributi sono andati in maggioranza a persone adulte con deficit di tipo motorio e per acquisto di auto adattate.
Per i contributi relativi all'autonomia in casa  i contributi sono andati in maggioranza a persone adulte con disabilità motoria (ma esiste una quota significativa con disabilità sensoriale) a seguito di acquisti di arredi e attrezzature per la casa (34%), tecnologie informatiche (21%), impianti di condizionamento e deumidificazione (14%). Residuali, il 2%, i contributi per svolgere a casa attività lavorativa o di riabilitazione
Il report sui Centri per adattamento domestico
Il report utilizzo fondi lg.29/97