News

Barriere architettoniche, interventi più difficili

La riforma del condomino ha fissato un quorum «agevolato» per determinate innovazioni, considerate di interesse sociale (compresi gli interventi per la rimozione delle barriere architettoniche). Infatti, mentre per le innovazioni in genere è richiesto il voto favorevole della maggioranza dei condòmini che rappresenti almeno i due terzi del valore complessivo dell'edificio, per le innovazioni sociali è sufficiente il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti che rappresenti almeno la metà del valore complessivo dell'edificio (nuovo articolo 1121, comma 2, del Codice civile).

Politiche abitative e non autosufficienza. Disabili assenti.

Per approfondire il tema delle politiche abitative e il loro rapporto con la non autosufficienza  proponiamo una rapida ricognizione in rete per segnalare le risorse utili. Al di la degli aspetti tecnici ed organizzativi che li accomunano in realtà anziani e disabili hanno diverse attenzioni in questo settore, con una larghissima predominanza delle attenzioni sui primi, anche per ovvi motivi di carattere demografico e di aumentata sensibilità ai temi della qualità della vita.

A Bologna la IV conferenza nazionale sulle politiche della disabilità il 12 e 13 luglio. Anche l'accessibilità e la mobilità al centro del dibattito.

Dopo Torino, passati quattro anni, Bologna. Sarà infatti la città emiliana a ospitare il 12 e 13 luglio la quarta conferenza nazionale sulle politiche della disabilità. La due giorni sarà incentrata soprattutto sui contenuti e sulle modalità per rendere concreto il primo Programma di azione recentemente approvato dall'Osservatorio nazionale (la Linea di azione n.4 è dedicata alla promozione e attuazione dei principi di accessibilità e mobilità) e che ha ricevuto il via libera del Consiglio dei Ministri proprio nei giorni immediatamente precedenti all'appuntamento di Bologna.

Censis: in Italia le badanti sono un milione e 655 mila

(Le inevitabili correlazioni tra adattamento domestico e lavoro domiciliare di cura, ndr)
Il Censis ha pubblicato uno studio sui servizi alla persona, in particolare verso gli anziani. Aumenta il numero delle badanti in Italia: sono un milione e 655 mila. In dieci anni un aumento del 53%.
E' una ricerca realizzata da Censis e Ismu per il ministero del Lavoro e delle politiche sociali, in occasione del convegno 'Servizi alla persona e occupazione nel welfare che cambia'.

Il Fondo regionale per la non autosufficienza 2007-2013: le risorse e la rete dei servizi

Istituito per finanziare servizi dedicati a persone non autosufficienti e a persone con gravi disabilità, avviato concretamente nel 2007, il Fondo entra quest’ anno nel suo settimo anno di vita. Si tratta di un esperimento che per mole di risorse impiegate, rete di servizi messi in campo, professionalità coinvolte ed esperienze acquisite, costituisce probabilmente un caso unico in Italia.
Leggi tutto nel sito saluter.it
Leggi l'approfondimento con il dettaglio dei servizi messi in campo
(fonte newsletter saluter.it)

Condividi contenuti