News

Un numero della rivista Abitare&Anziani dedicato all'adattamento domestico

AeA Informa n.2 del 2012. la rivista della associazione Abitare&Anziani, contiene uno speciale dedicato a "Adeguare gli ambienti domestici: esigenze, soluzioni, proposte". Nello speciale anche contributi del CAAD e del CRA di Bologna
Per visionare l'indice della rivista consulta il sito di A&A
Per abbonarsi ad A&A
(Fonte CAAD Bologna)

Costi e benefici degli interventi di adattamento domestico

Continua il lavoro della rete regionale dei CAAD centri per l'adattamento domestico della Regione E.Romagna per attivare un sistema efficente di monitoraggio dei costi/benefici degli interventi di adattamento domestico (AD).
L'abbattimento delle barriere, l'introduzione di tecnologie ed ausili non solo permette una maggiore autonomia di anziani e disabili e relativo benessere psicologico, ma previene e/o rimanda nel tempo la necessità di interventi estremamente onerosi come l'inserimento in strutture residenziali o semi residenziali ad alta intensita sociosanitaria.
Riduce inoltre la necessità di interventi di carattere domiciliare (assistenza domiciliare) supportando l'autonomia residua delle persone e il l'impegno dei famigliari

Le attività dei CAAD in Emilia Romagna nel 2011

La Regione Emilia Romagna ha realizzato il consueto rapporto sulle attività della rete dei Centri regionali per l'adattamento domestico, relativamente all'anno 2011. Complessivamente oltre 5.000 interventi che hanno riguardato 2.250 cittadini, con una leggere prevalenza di anziani rispetto ai disabili (minori o adulti fino al 64 anni).
Il testo è disponibile nel sito sociale-emiliaromagna
(fonte CAAD Bologna)

Casa domotica e oggetti "intelligenti" per gli anziani, le Marche investono 9 milioni

Sei progetti dedicati alla longevità attiva e alla domotica selezionati, 71 imprese coinvolte, circa 9 milioni di risorse regionali a disposizione delle pmi e oltre 16 milioni di euro di investimenti attivabili su tutto il territorio marchigiano. Sono i risultati del Bando per la selezione di proposte progettuali finalizzate alla creazione di oggetti (smart object) e piattaforme di integrazione dedicati alla longevità attiva e all’ambient assisted living per una vita indipendente e sostenibile dell’anziano.

Censis: in Italia 2,2 mln anziani non autosufficienti

Gli anziani non autosufficienti, secondo stime del Censis, ammontano attualmente a 2,2 milioni, il 3,9% del totale della popolazione italiana. In Italia è ampiamente diffuso un modello di assistenza familiare, tanto che i familiari stretti rappresentano i caregiver nel 73,5% dei casi. Il problema è che quasi in un caso su tre (il 29,3%) il carico assistenziale viene assorbito interamente dalla famiglia dell'anziano. È quanto emerge dalla ricerca “Le nuove tutele oltre la crisi. Il welfare possibile per giovani, migranti e no n autosufficienti” realizzata dal Censis per il Forum Ania-Consumatori e presentata a Roma il 12 dicembre.

Condividi contenuti