News

Adattare la casa alle esigenze di una madre disabile

Alcune utili letture curate da Lucia Sciuto e Valeria Alpi.

- "Guida per genitori più o meno abili"
Sostenere il diritto delle persone disabili alla genitorialità: servizi, competenze professionali, strumenti (estratto tesi di laurea), a cura di Lucia Sciuto,
- "Mamme: nessun aggettivo dopo il punto"
numero monografico della rivista HP-Accaparlante dedicato al tema delle madri disabili, a cura di Valeria Alpi, n.4, 2005, CDH Bologna (nel numero della rivista uno specifico articolo rimanda ad altre fonti bibliografiche)

Legge 13/89: come vengono utilizzati i fondi in regione

Il settore Politiche abitative della Regione ha provveduto a pubblicare nell'ottobre scorso un secondo report sull'utilizzo del fondo relativo all'abbattimento delle barriere architettoniche (legge 13/89), dopo il primo di alcuni anni fa. Il report, curato da Raffele Lungarella, integra i dati del primo con particolare riferimento al fabbisogno finanziario

Decreto Balduzzi, anche il Senato approva. Rimane articolo su revisione nomenclatore

 Il Senato ha approvato in via definitiva il ddl di conversione del decreto sanità. Il testo non ha subito modifiche ulteriori ed è dunque identico a quello approvato due settimane fa dalla Camera. Cure primarie, intramoenia, responsabilità professionale, Lea, farmaci. Confermato il comma 2-bis dell'articolo 5 sull'aggiornamento del Nomenclatore ausili e protesi entro maggio 2013. Leggi tutto su quotidiano sanità
(fonte quotidiano sanità)

 

E.Romagna, 445 milioni di euro per la non autosufficienza.

La Regione mette una toppa all’azzeramento del Fondo nazionale per la non autosufficienza e dà il via libera al riparto delle risorse 2012 tra le singole province. In totale si parla di 445,6 milioni di euro stanziati da viale Aldo Moro, di cui 217 milioni dal Fondo sanitario e 135 dalle tasse pagate regione. Il fondo viene così ripartito tra le varie Ausl: 92 milioni a Bologna; 66,4 milioni a Modena;

Coordinare e sviluppare le scelte urbanistiche in materia di edilizia sociale

Il quadro che oggi i Comuni bolognesi hanno di fronte relativamente alla situazione abitativa è composto da alcune questioni chiave: notovole aumento degli sfratti, aumento della domanda di alloggi e susidi pubblici,  forte presenza di studenti fuori sede, impoverimento delle famiglie, crisi delle imprese e del lavoro nel mercato immobiliare, drastica riduzione dei trasferimenti Statali per le politiche abitative.

Condividi contenuti