News

L’aliquota IVA ridotta per i lavori anti barriere: ma devono essere conformi al DM 236/89

[7/2/2020] L’agenzia delle Entrate, con la risposta n. 3/2020, ha ribadito l’applicazione dell’aliquota Iva agevolata per la realizzazione delle opere finalizzate al superamento o all’eliminazione delle barriere architettoniche, sempreché l’intervento sia realizzato conformemente alle peculiarità tecniche previste dalla norma. Infatti, in linea con quanto già precedentemente affermato nella risoluzione n. 70/E del 2012, l’Agenzia ha chiarito che, trattandosi di un’agevolazione oggettiva, riferita ai trasferimenti dei beni che, per le loro caratteristiche tecniche di costruzione, sono oggettivamente idonei a risolvere i limiti di deambulazione dei soggetti con ridotte e/o impedite capacità motorie, senza condizionare l’applicazione dell’aliquota ridotta alla circostanza che l’acquirente sia soggetto portatore di handicap, la realizzazione delle suddette opere possono beneficiare dell’aliquota Iva ridotta del 4% nella misura in cui le stesse rispondano alle peculiarità tecniche indicate dall’articolo 8.1.13 del Dm 236 del 1989.

Accessibilità e benessere ambientale: dopo i Centri regionali in E.Romagna e il network dei CRIBA al via una ulteriore esperienza in Lombardia

[7/2/2020] Frutto di un progetto promosso e sostenuto dalla LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), dal Comune di Milano e dalla Fondazione Cariplo, è stato  presentato nel capoluogo  lombardo il CRABA  (Centro  Regionale per l’Accessibilità e il Benessere Ambientale), primo centro di riferimento tecnico attivo in Lombardia, che fornisce gratuitamente informazione, consulenze e supporto nella progettazione di ambienti accessibili, rivolgendosi alle persone con disabilità e ai loro familiari, ma anche ai tecnici e ai progettisti che lavorano presso Enti Pubblici e Privati. Leggi su superando
 

Che fine ha fatto l'aggiornamento del Nomenclatore Tariffario di ausili e protesi per persone disabili?

 [7/2/2020] Dopo l'approvazione dei nuovi LEA nel 2017 e del nuovo Nomenclatore tarffario degli ausili e delle protesi, l’aggiornamento dell’elenco di ausili e protesi erogati dal SSN è in ritardo di due anni, procedendo a rilento e con grandi differenze da regione a regione la sua piena applcazione. E le persone con disabilità aspettano.
Leggi su disabili.com
 

Assortopedia ad Exposanità 2020. Seminario su "Nuovo regolamento medical devices"

>>>>  Exposanità, prevista a Bologna dal 15 al 17 aprile 2020 è stata posticipata al 21-23 aprile 2021 causa le note vicende legate al coronovirus.
[7/2/2020] Ad Exposanità 2020 Assortopedia, l’Associazione Naz.le Aziende Ortopediche che dal 2003 riunisce le imprese più innovative che operano nel settore della produzione e distribuzione dei dispositivi medici per persone disabili, propone un programma ricco di incontri per concentrare l’attenzione su un comparto capofila mondiale per capacità tecniche, artigianali ed innovative. Venerdì 17 Aprile 2020 è in calendaro il seminario "Nuovo regolamento medical devices: le novità per il settore ortopedico ed ausili".

Sanità: Rapporto Sdo su dimissione ospedaliera

[7/2/2020] Pubblicato dal ministero della Salute il Rapporto Sdo (Scheda dimissione ospedaliera) per l’anno 2018. Si è ridotto il tasso di ospedalizzazione. Nel 2018 c’è una riduzione complessiva dei ricoveri del 2,1% su base nazionale, rispetto al 2017: una riduzione che sta a significare una ricerca continua dell'appropriatezza nell'utilizzo della risorsa ospedaliera. Anche l'andamento dei ricoveri a rischio inappropriatezza mostra negli ultimi anni un trend discendente: dallo 0,19 (sul totale dei ricoveri) nel 2014 allo 0,15 nel 2018. Altro dato importante e' quello sull'indice di fuga, che mette in rapporto la mobilita' passiva (i pazienti che vanno a ricoverarsi in altre regioni) con l'attrattivita' (pazienti che vengono a ricoverarsi in Toscana da altre regioni).

Condividi contenuti