News

16° Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità. Il Piano e i nuovi Lea ci sono, ma non si vedono. Il tema dell'adattare le case.

[7/6/18] Cittadinanza attiva ha presentato in maggio il suo 16° rapoporto suylla cronicità. Fino a 60mila euro spesi di tasca propria per adattare l’abitazione a una disabilità. Il costo per il personale badante che arriva a 25mila euro, o in alternativa la retta per strutture residenziali o semiresidenziali, che raggiunge i 36mila euro. Poi, c’è la spesa per i farmaci di fascia C, o ancora i seimila euro per i viaggi di cura. Ma i disagi non si fermano certo ai maxi-esborsi finanziari, che cadono tra capo e collo di famiglie anche a basso reddito.

Prevenzione a 360 gradi in Emilia-Romagna: dagli incidenti domestici alle malattie croniche, dagli infortuni sul lavoro agli screening oncologici

[7/6/18] Prevenzione a 360 gradi: dagli infortuni professionali e domestici alle malattie croniche, dagli incidenti stradali agli screening oncologici, fino alle vaccinazioni. Ma anche programmi per favorire un corretto stile di vita, che passi, ad esempio, dall’attività fisica e dalla sana alimentazione. Sono alcuni degli obiettivi del Piano di prevenzione della Regione Emilia-Romagna, valido per il triennio 2015-2018 che ora è stato prorogato di un anno.

Risoluzione dell' OMS sulle tecnologie assistive

[30/5/18]  Il 26 maggio l'OMS ha ufficialmente varato la tanto attesa Risoluzione sulle tecnologie assistive. Si allega il testo, estratto dalla bozza di verbale della 71° Assemblea Generale (gentilmente fornito da R.Andrich della Fondazione don Gnocchi).
La risoluzione assegna i seguenti 9 obblighi agli stati membri:
1. sviluppare, attuare e rafforzare opportune politiche e programmi per migliorare l'accesso alle tecnologie assistive nel quadro dei servizi socio-sanitari garantiti ai cittadini;
2. allocare adeguate risorse umane opportunamente preparate per la fornitura e la manutenzione degli ausili, ad ogni livello di servizio sociale e sanitario;

Ristrutturazione bagno: lavori, bonus fiscali e novità del mercato. Le autorizzazioni necessarie, le agevolazioni e le ispirazioni del Salone del Bagno 2018

[30/5/18]  Le detrazioni fiscali previste dal ‘Bonus ristrutturazione’ spesso costituiscono una ‘buona scusa’ per rinnovare e ammodernare il vecchio bagno della propria abitazione. C’è però differenza tra un’operazione di semplice restyling del bagno (sostituzione dei sanitari e/o tinteggiatura delle pareti) e lavori di rifacimento totale che presuppongano interventi sugli impianti. Ristrutturazione bagno: servono autorizzazioni?
Quando la ristrutturazione del bagno comprende anche la sostituzione delle tubature, degli impianti e del massetto, l’intervento si configura come manutenzione straordinaria e, di conseguenza, è necessaria la CILA.

Barriere architettoniche: pubblicato il decreto, 180 milioni alle regioni

[30/5/18]  Pubblicato sul sito del Ministero delle infrastrutture e trasporti il decreto interministeriale 67 del 27 febbraio 2018, inerente il riparto tra le regioni di 180 milioni per il finanziamento del Fondo speciale per l'eliminazione e il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati, previsto dalla legge 13 del 9 gennaio 1989 e che dal 2003 era a secco di risorse. Il provvedimento, che entrerà in vigore tra 15 giogni, aveva ricevuto il 15 febbraio l'ok della Conferenza Stato-Regioni, prima del decreto firmato da Graziano Delrio.

Condividi contenuti