News

I nuovi LEA arrivati al traguardo. Decreto firmato da Gentiloni. Cosa si prevede per nomeclatore ausili e protesi

[13/1/17]  Giovedì 12 gennaio il premier Gentiloni ha firmato il decreto sui LEA che non prevede ulteriori passaggi se non il visto (scontato) della Corte dei conti e la pubblicazione sulla Gazzetta. Allora sì che potranno entrare in vigore. Entro fine gennaio si pensa.
Per quanto riguarda l'aspetto più di interesse ai fini degli interventi di adattamento domestico il decreto contiene anche il nuovo Nomenclatore degli ausili e protesi.
Il nuovo nomenclatore ausili e protesi, che sostituisce quello del 2001 (che a sua volta era in pratica uguale a quello del'99), consentirà, tra l’altro, di prescrivere:
- ausili informatici e di comunicazione (inclusi i comunicatori oculari e le tastiere adattate per persone con gravissime disabilità)
- apparecchi acustici a tecnologia digitale, attrezzature domotiche e sensori di comando e controllo per ambienti (allarme e telesoccorso)
- posaterie e suppellettili adattati per le disabilità motorie, barella adattata per la doccia, scooter a quattro ruote, carrozzine con sistema di verticalizzazione, carrozzine per grandi e complesse disabilità, sollevatori fissi e per vasca da bagno, sistemi di sostegno nell’ambiente bagno (maniglioni e braccioli), carrelli servoscala per interni
- arti artificiali a tecnologia avanzata e sistemi di riconoscimento vocale e di puntamento con lo sguardo

Il testo ufficiale al momento non è ancora on line, appena possibile lo renderemo disponibile sul sito.
Il testo del decreto nella bozza datata luglio 2016
Leggi la sintesi delle principali misure contenute nel decreto sui Nuovi LEA nel sito quotidiano sanità
Le perplessità delle associazioni delle persone disabili sul nuovo Decreto
(fonte quotidiano sanità,  retisolidali.it,  redazione sito CAAD)

Non autosufficienza, il fondo sale a 500 milioni: Poletti mantiene la promessa

[28/12/16] L'incremento di 50 milioni è tra le misure urgenti contenute nel decreto legge firmato dal Consiglio dei ministri il 23 dicembre scorso. L'aumento del fondo, chiesto con forza da Comitato 16 novembre, associazioni e sindacati, era stato promesso dal ministro del lavoro e politiche sociali Poletti il 30 novembre scorso, per scongiurate le nuove proteste annunciate dai malati di Sla.
Leggi su redattoresociale

 

Toscana, bando per reclutare architetti esperti in progettazione accessibile

[28/12/16]  Al via in Toscana il bando di concorso per reclutare architetti esperti in progettazione accessibile. Il progetto di adattamento domestico Ada compie un altro passo avanti nel percorso verso il miglioramento
dell'autonomia della persona disabile nel proprio ambiente di vita. E' dei giorni scorsi il bando di concorso per titoli e colloquio per l'assegnazione di 7 borse di ricerca ad altrettanti architetti che nei prossimi mesi saranno impegnati nella stesura di complessive 400 consulenze tecniche. Il concorso è stato bandito dal Dipartimento di Architettura - DIDA dell'Università  degli Studi di Firenze.

Attività 2015 della rete dei CAAD. Il report regionale

[23/12/16]  Come ogni anno il Servizio Assistenza Territoriale - Area Integrazione sociosanitaria e Politiche per la non autosufficienza della Regione E.Romagna ha pubblicato il rapporto sulle attività della rete regionale dei 9 centri CAAD, centri per l'adattamento dell'ambiente domestico. I Centri provinciali oltre ad occuparsi di informazione e consulenza diretta ai cittadini, svolgono anche azioni informative, promozionali e formative rivolte non solo agli operatori della rete territoriale dei servizi socio-sanitari, ma anche a vari soggetti del mondo professionale (ordini e i collegi professionali dei tecnici della progettazione), artigiano ed edile, associativo e sindacale, ritenuti interlocutori cruciali per diffondere una cultura sulla progettazione accessibile e la qualità della vita a domicilio delle persone anziane e disabili.

Finanziamenti legge 29/97. Il report regionale riferito al 2015

[23/12/16]  Come ogni anno il Servizio Assistenza Territoriale - Area Integrazione sociosanitaria e Politiche per la non autosufficienza della Regione E.Romagna ha pubblicato il rapporto sui finanziamenti concessi a persone disabili in base alla legge 29/97 (acquisto/adattamento di veicoli e acquisto di attrezzature/arredi/tecnologie per l'autonoma in casa). Ricordiamo che per questo tipo di fondi la programmazione delle risorse da stanziare avviene a livello distrettuale.
Finanziati 177 interventi per complessivi 265mila euro, dentro ad una dinamica di calo costante dei contributi iniziata nel 2009, anno in cui le domande accettate e i fondi erogati erano circa il doppio. Rimane alta (25%) la percentuale di domande non accolte perchè riferita ad interventi non finanziabili o per superamente del limite ISEE.

Condividi contenuti