News

Lea. Emilia-Romagna al top secondo Gimbe. Bonaccini e Venturi: "Un'ulteriore conferma”

[13/12/19] È l’Emilia-Romagna la prima Regione in Italia nell’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza, cioè le prestazioni offerte ai cittadini gratuitamente, o dietro pagamento di un ticket, dal Servizio sanitario nazionale. A certificarlo la Fondazione Gimbe, che ha reso noti i risultati del monitoraggio pluriennale che copre il periodo dal 2010 al 2017: il Report fotografa la capacità che hanno le Regioni di utilizzare le risorse dello Stato per garantire, appunto, i cosiddetti Lea, i Livelli essenziali di assistenza. Se la performance complessiva media italiana è del 73,7%, l’Emilia-Romagna, con il 92,2% di adempimento, si colloca sul gradino più alto del podio, seguita da Toscana (89,6%), Piemonte (86,9%), Veneto (86,7%) e Lombardia (85,3%).

Il Ssn ha raggiunto la stabilità economica ma ora, tra pubblico e privato, deve capire cosa fare da grande. Troppo poche le donne ai vertici. Il Rapporto Oasi 2019

[13/12/19]  Secondo gli studiosi del Cergas Bocconi urge una ridefinizione della missione del servizio sanitario nazionale, che ha raggiunto la sostanziale stabilità economico finanziaria (149 milioni di disavanzo su 119 miliardi di spesa, pari allo 0,1%), ma cresce meno dei servizi finanziati privatamente. Capitolo ad hoc dedicato alle difficoltà di carriera delle donne: sono il 44% ma occupano solo il 16% dei ruoli di vertice. Due in particolare i capitoli di interesse per il contesto in cui operano i CAAD:
Cap.5 - La rete dei servizi di LTC e le connessioni con l’ospedale: quali soluzioni per la presa in  carico degli anziani non  autosufficienti?  (Sara Berloto, Giovanni Fosti,  Francesco Longo, Elisabetta Notarnicola, Eleonora Perobelli, Andrea Rotolo)

Exposanità 2020 il salone dedicato alla Sanità Digitale. Bologna, 15-16-17 aprile

[13/12/19]  Exposanità: strumenti, soluzioni innovative ed approfondimenti tecnici per la digitalizzazione del sistema sanitario.Tra  temi trattati, di partcolare interesse per il contesto in cui operano i CAAD:
- Smart device e malattie croniche: la tecnologia a servizio del paziente. In fiera i prodotti e le soluzioni innovative a supporto dei soggetti affetti da malattie croniche.
- Tecnologie assistive per la riabilitazione neurologica: nuovi approcci e supporti di ultima generazione per l’autonomia e la qualità di vita del paziente in fase di riabilitazione neurologica. 
Leggi su tecnichenuove
 

Assistenza per gli anziani: “Siamo all’età dell’immobilismo”

[13/12/19]  In che fase siamo, adesso, nell’assistenza per gli anziani? “Questa è l’età dell’immobilismo”, risponde senza esitare Cristiano Gori, coordinatore del Network Non Autosufficienza, intervenendo alla plenaria della seconda giornata del Forum della Non autosufficienza e dell’autonomia possibile svolto a Bologna nel mese di novembrei. “In Italia c’è un’elevatissima eterogeneità territoriale, ma alcune tendenze si ripetono. Quante volte, chiedendo a chi lavora in questo campo l’andamento delle attività, mi sono sentito rispondere: "è tutto fermo’”.

Silver economy: la rilevanza degli anziani

[13/12/19] Finalmente, nel secondo Paese al mondo con la popolazione più anziana (dopo il Giappone), si comincia a parlare degli scenari demografici che ci attendono, e delle loro conseguenze di carattere economico (non solo costi sociali, ma anche soggettività economica, risparmio e capacità di spesa). Il recente Rapporto Censis-Tendercapital, "La silver economy e le sue conseguenze", presenta i dati di cui tutto il mondo politico-economico dovrebbe tener conto: in dieci anni nel nostro Paese sono cresciute di 1,8 milioni di persone con almeno 65 anni (pari alla somma degli abitanti di Napoli e Torino) e più di 1 milione di persone con 80 anni e più (pari alla somma degli abitanti di Palermo e Firenze).

Condividi contenuti